Terremoti d’Abruzzo…”COLPA NOSTRA”

Le telecamere di sorveglianza all’interno di  banche,uffici postali,supermercati registrano impietose quel grido della terra,quel boato che nessuno dimentica facilmente  e che si mesce nella memoria in un continuum inscindibile alle urla della gente  scaraventata  da un muro all’altro della propria abitazione o  in trappola sotto le macerie,al fragore di tetti collassati a terra che schiacciano i pian terreni delle nostre case.

L’Aquila,6 Aprile 2009.Magnitudo Momento  6.3 Richter.

Catastrofe naturale? No.Catastrofe umana.

Strage di Stato. E quella notte …c’è chi ride ,quella notte.Poveracci.

Una regione,quella d’Abruzzo,interessata negli ultimi  20 anni da oltre 300 inchieste giudiziarie che hanno fatto tremare i Palazzi del Potere,”una corruzione che muove i suoi passi dalla costa e si arrampica fino a salire su,per il  Palazzo della Regione”.

Trema la Terra,trema il Potere. Trema il Potere?

1° D.T.ANNO PRIMO, DOPO TERREMOTO -Il docu-film “Colpa Nostra” ,realizzato  in soli  due mesi ,testi di Giuseppe Caporale (“La Repubblica”),sceneggiatura di Walter Nanni,rappresenta un’inchiesta lucida e documentata sui “Terremoti d’Abruzzo”:

-quello fisico,che ha portato alla morte di 308 persone,58 studenti universitari

-quello giudiziario ,ricostruito a partire dal l’inchiesta < anni 90> nota come “Clientelopoli” ,che travolge l’intera Giunta Regionale Salini,per  approdare  allo scandalo  “Sanitopoli “  con un reticente Del Turco,che raggiunge il proprio acmé   nell’aggressione  di Angelini  contro una propria dipendente in protesta .

Il tutto coronato da “candide” dichiarazioni riguardo la pratica diffusa delle raccomandazioni clientelari (“Mi sono imposto da tempo di non farlo più,anche  se faccio fatica a considerarlo un reato”-Franco Marini,Ex Presid.Senato della Repubblica) che sembra trovare humus fertile nella cultura abruzzese,evidentemente favorevole all’illecito (“Io non sono né di destra né di sinistra,ma del partito dei soldi”-Giancarlo Masciarelli,ideatore del sistema delle cartolarizzazioni,scandalo FIRA).

Una terra mappata dall’illegalità in cui piccoli e grandi affari per pochi si traducono in problemi per molti..morti e tragedie comprese.

“Tutti parlano di tutti come in un grande gioco di società, dove  a tratti diventa impossibile capire chi mente”,riflette  Caporale.

Serrata ed intensa l’interazione  tra narratore  e spettatore  … tra film  e vita:una curata fotografia e le  note empatiche  dell’ ispirata colonna sonora (musiche originali di Enrico Melozzi) spingono pensieri e ricordi a ripercorrere istanti di  terrore  e dolore impotente  che la voce umana  non può narrare.

Un intero territorio comunale ha subito la declassificazione  del rischio sismico,un terremoto appenninico di magnitudo moderata è stato trasformato in una catastrofe.

Ospedale impraticabile,feriti a cui è stato impossibile prestare soccorso.Una struttura pubblica  senza agibilità inaugurata da un Direttore Generale  attualmente consulente del Governo Regionale.

Si è saputo dopo la nomina.”E’ un fatto molto disdicevole,non so se sarà rimosso in futuro..ma sta di fatto che anche molte scuole a L’Aquila non hanno subito il collaudo”- Gianni Chiodi,Presid.Reg Abruzzo,Commissario governativo per la Ricostruzione post-sisma.

L’ intervista negata dal capo  del Dip.di  Protezione Civile ,Guido Bertolaso: sul grande schermo,le domande che non è mai stato concesso porre…

Dai Palazzi del Potere, lo sguardo  si perde  tra la rabbia disperata della gente:

1 Febbraio 2010 ,”mille chiavi per la città”;28 Febbraio 2010,”la protesta delle carriole”.

Sullo sfondo,le macerie del Centro Storico  ,cavallo scalpitante imbrigliato..e  sedato…che resterà  lì buono in attesa delle promessa “nuova vita” .Tutto è in sicurezza,tutto è ricostruito. Questo il gioco mediatico.

Dunque,  rivolta contro il Tg 1.

Volontà popolare ?Che si torni a passeggio…tra le case,tra le Chiese..pericolanti ..o  che non esistono più.

Ma esiste  e  resiste la Curia.

A L’Aquila,sorge dopo il terremoto una terza Casa dello  Studente,oltre l’edificio collassato di Via 20 Settembre…oltre la struttura integra di Coppito,mai resa operativa.

Un terreno reso appositamente edificabile,pagato a conti fatti 7 milioni di euro.

Fondi stanziati dalla Regione Lombardia per la realizzazione dell’edificio.Vincolo  di 30 anni,dopodiché terreno e struttura al ” buon cuore della Curia,che ha messo a disposizione i propri averi “  ed il cui impegno,assicura il Vescovo  Molinari, viene apprezzato dai genitori e dagli studenti.

Di nuovo,la Curia.Di nuovo,un edificio di pubblica utilità in bilico  su terreno non edificabile.

Di nuovo,la gente che tace … acconsente… e ne fruisce.

Mentre il “Comitato Vittime della Casa dello Studente” continua a tuonare contro la Commissione Grandi Rischi.Mentre c’è chi piange ancora centinaia di morti.

Unico esempio virtuoso,la testimonianza dell’ imprenditore che ha risvegliato e ristrutturato con tecniche idonee il piccolo borgo di Santo Stefano di Sessanio.

“La classe dirigente è nata dall’Abruzzo ed è stata selezionata dall’Abruzzo.Quindi la responsabilità è collettiva” –Gianni Chiodi.

1° D.T .ANNO PRIMO,DOPO TERREMOTO:il viaggio continua,con altre mille domande che aspettano risposte.

Sì,tutto questo…è  Colpa Nostra

http://www.avmagazine.it/news/cinema/colpa-nostra-in-anteprima-a-roma-_5496.html

Monica Pilolli

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...