●Chi è GAETANO DE LUCA?

Gaetano De Luca nasce a Cassino nel 1964. Sposato con 5 figli ,è attualmente in comando presso:

Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Centro Nazionale Terremoti

 c/o Laboratori Nazionali del Gran Sasso (INFN)

Stanza 329 – Hall di montaggio

S.S. 17 BIS – km. 18.910

67010 Assergi – L’Aquila – ITALY

TITOLI DI STUDIO (aggiornati al 2003)

Si diploma nel 1983 come Perito tecnico commerciale (58/60)

Nel 1989 vince una borsa di studio per laureandi per l’avviamento all’attività di ricerca presso il Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS) dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN)

Laurea in Fisica conseguita il 22 Luglio 1991 presso la Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi de L’Aquila con voto di 105/110 (centocinque su centodieci).

                            Titolo della tesi: Studio della componente muonica penetrante nei LNGS (Relatore: Prof. Luigi Satta).

                            Titolo prima Tesina: Fisica dei processi di frattura e rilascio di energia sismica

                          (Relatore: Prof. Roberto Scarpa).

                            Titolo seconda tesina: La tecnica E.X.A.F.S. (Relatore: Prof. Giovanni Signorelli).

         Novembre 1993:  Assegnazione Art. 23 da parte dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) nell’ambito del programma di studio sulla predizione dei terremoti nell’Italia Centrale (contratto CEE n° EPOC-CT91-0043)-durata del contratto :2 anni

Ottobre 1995:      Assegnazione Art. 23 da parte dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) nell’ambito del programma di studio sulla fenomenologia sismica nell’Italia Centrale (contratto CEE n° EV5V-CT94-0449).

                           Aprile 1997:         Vincitore concorso pubblico (G. U. n° 14 – IV serie speciale del 16 Febbraio 1996), per esami (1° classificato con 58/60), a 3 posti di fisico direttore dell’VIII qualifica funzionale del ruolo della Presidenza del Consiglio dei Ministri presso il Servizio Sismico Nazionale del Dipartimento per i Servizi Tecnici Nazionali. Assunzione al servizio il 24 Gennaio 1998.

Giugno 2003:      Idoneità al seguente concorso: 26 agosto 2002 Concorso pubblico, per titoli ed esame-colloquio, per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato di complessive quattordici unità di personale con profilo professionale di primo tecnologo – secondo livello retributivo. (Decreto n. 131).

ATTIVITA’  TECNICO-SCIENTIFICA DI RICERCA

Novembre 1991:  Installazione, gestione ed analisi dei dati, dal Novembre 1991, di una rete sismica nell’Appennino centrale per conto del Servizio Sismico Nazionale, costituita da 7 stazioni sismiche digitali (20 bit di dinamica) a tre componenti (Lennartz – Mars-88). Dal 1994 tale rete è aumentata di 3 stazioni digitali a tre componenti Mars-88 dotate di unità magneto-ottiche; dal 1995 di 4 stazioni digitali a tre componenti Mars-88; dal 1996 di 2 stazioni digitali a tre componenti Mars-88; dal 1997 di 5 stazioni digitali a tre componenti Mars-88; per un totale di 21 stazioni sismiche (con sensori da 1 Hz) operanti nelle provincie di AQ, RI, TE e PE. Tale attività è terminata durante il 1998 nel passaggio al Servizio Sismico Nazionale. Nel 2002 il Servizio Sismico gestisce direttamente tale rete che attualmente opera con 17 stazioni con Mark (1 Hz) e 4 stazioni con Guralp CMG-40T (60 sec). Tale rete è stata totalmente smantellata nel gennaio del 2003. Dalla fine del 2005, attravarso un comodato gratuito all’INGV, tale rete regionale è stata riattivata.

Aprile 1992:         Contrattista in qualità di collaboratore esterno presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso nel periodo Maggio-Agosto 1992 su “Progettazione, realizzazione, gestione ed analisi di sistemi di acquisizione dati geofisici presso i L.N.G.S.”.

Aprile 1992:         Campagna di misure nell’isola di Stromboli tramite l’installazione di tre array sismici (poco meno di 200 canali sismici in acquisizione con sensori da 1 e da 2 Hz) nel periodo Aprile–Maggio 1992 in collaborazione con il Dipartimento di Fisica (L’Aquila), l’ U. S. Geological Survay (Menlo Park – California), l’Osservatorio Vesuviano (Napoli), l’Istituto di Ricerca sul Rischio Sismico (Milano), il Servizio Sismico Nazionale (Roma) e l’ENEA–Disp (Roma).

Giugno 1992:      Progettazione e realizzazione di una rete geodedica costituita da 10 caposaldi e successiva esecuzione di misure EDM a Castel di Ieri (AQ) e Goriano Sicoli (AQ) per conto della Regione Abruzzo; coautore successivo rapporto tecnico dal titolo: “Relazione sui fenomeni bradisismici Casacanditella – Castel di Ieri – Goriano Sicoli”.

Ottobre 1992:      Progettazione, installazione e gestione di un sistema da pozzo costituito da 4 terne di sismometri da 4.5 Hz a profondità rispettivamente di 0, 100, 300 e 500 metri a Campo Imperatore (località Sondaggio Fontari – 2000 m sul livello del mare).

Novembre 1992:  Esecuzione misure microgravimetriche lungo il tunnel del Gran Sasso e successivamente nella zona sovrastante le gallerie (Novembre 1992 e Settembre 1993).

Novembre 1992:  Esecuzione prime misure GPS su 7 caposaldi della rete EDM aquilana del Servizio Sismico Nazionale con l’utilizzo di 3 ricevitori Wild della Leica (VM-101).

Dicembre 1992:   Installazione, gestione ed analisi dei dati di una rete costituita da 3 clinometri a due componenti nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso.

Febbraio 1993:    Installazione, gestione ed analisi dei dati di un array lineare temporaneo costituito di 17 stazioni sismiche digitali a tre componenti (con sensori a 1 Hz) lungo la galleria autostradale del Gran Sasso (periodo: Febbraio–Marzo 1993).

Marzo 1993:        Coautore Bollettino Sismico 1992 della rete sismica dell’Appennino Centrale per conto del Servizio Sismico Nazionale.

Marzo 1993:        Contrattista in qualità di collaboratore esterno presso il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi de L’Aquila nel periodo Marzo–Dicembre 1993 su “Gestione ed analisi di sistemi di acquisizione dati geofisici in Abruzzo centrale”.

Aprile 1993:         Stage di un mese nel periodo Aprile–Maggio 1993 presso l’United States Geological Survey di Menlo Park (California) su fondi GNV-CNR (responsabile: prof. R. Scarpa) per analisi di dati da array sismici, presso il Dr. Bernard Chouet.

Aprile 1993:         Partecipazione ad un corso relativo al nuovo software IASPEI a cura del Dr. W. Lee all’U.S.G.S. di Menlo Park (California) dal titolo: A short course on: PC-based seismic system, nel periodo: 28-30 Aprile 1993.

Maggio 1993:      Partecipazione ad un corso pratico per l’uso dei ricevitori Wild della Leica (System 200).

Giugno 1993:      Esecuzione prime misure GPS e succesiva analisi dei dati, nell’area vesuviana (periodo: 14-30 Giugno) su 24 caposaldi della rete EDM e con l’utilizzo di 4 ricevitori Wild della Leica (System 200).

Luglio 1993:        Gestione di una stazione tiltmetrica da pozzo a due componenti (Ascania) di elevata sensibilità del GFZ di Potsdam (Germania). Tale stazione è localizzata nelle vicinanze dei laboratori esterni dei LNGS (INFN).

Febbraio 1994:    Coautore Bollettino Sismico 1993 della rete sismica dell’Appennino Centrale per conto del Servizio Sismico Nazionale.

Marzo 1994:        Raccolta dati di eventi sismici e di microtremore sismico nella Piana Reatina con l’utilizzo di due stazioni sismiche digitali a tre componenti (con sensori da 1 Hz) per lo studio degli effetti di sito.

Aprile 1994:         Progettazione e realizzazione di un array bidimensionale per misure di campagna da 28 canali (16 bit) con apertura massima di oltre 800 metri.

Maggio 1994:      Partecipazione all’esperimento TomoVes ’94 (2-8 Maggio) di tomografia sismica attiva 2-D (3 land-shots: S1, S2 ed S3) con l’utilizzo di due array lineari (Dipartimenti di Fisica de L’Aquila e di Salerno) per un totale di 44 canali (con sensori a 4.5 Hz), posizionati lungo il cratere del Vesuvio.

Maggio 1994:      Collaborazione con il Servizio Sismico Nazionale nella gestione di una rete accelerometrica nella alta Valle dell’Aterno (nella provincia di L’Aquila) costituita da 7 stazioni a tre componenti. Dal 1995 sono in funzione anche 2 sistemi da pozzo a tre componenti (nella stessa area) e 3 stazioni nella città di L’Aquila (situate in località Collemaggio – AquilPark).

Giugno 1994:      Progettazione e realizzazione di una rete geodetica GPS nell’area del massiccio del Gran Sasso per conto del Consorzio del Gran Sasso costituita da 20 caposaldi.

Luglio 1994:        Collaborazione nella campagna di misure magnetotelluriche presso l’area del massiccio del Gran Sasso realizzata della GEOREX (Francia).

Luglio 1994:        Esecuzione prime misure GPS nell’area del massiccio del Gran Sasso con 4 ricevitori Wild System 200 (Leica) su 20 caposaldi (periodo:18-27 Luglio).

Agosto 1994:       Campagna di misure per lo studio del noise sismico con l’uso di un array bidimensionale di 120 metri di apertura da 27 canali (con sensori da 4.5 Hz) nei pressi della centrale elettronucleare del Garigliano (periodo: 23-25 Agosto).

Ottobre 1994:      Partecipazione, su invito, alla Mostra dal titolo: “Da Collurania al Gran Sasso: astronomia e fisica delle particelle per comprendere la struttura dell’universo” (Teramo 15-30 Ottobre 1994) con un poster e con una stazione sismica completa a tre canali dotata di monitor a colori per la visualizzazione in tempo reale dei segnali.

Ottobre 1994:      Partecipazione ad un corso relativo al nuovo software IASPEI del Dr. W. Lee all’USGS di Menlo Park (California) dal titolo: A training course on PC-based seismic system (periodo: 24-28 Ottobre).

Febbraio 1995:    Stage di una settimana (16-23 Febbraio) presso il Prof. Raul Madariaga (Direttore dell’Institut de Physique du Globe de Paris (IPGP) sulla propagazione di onde elastiche con il metodo alle differenze finite in mezzi (2-D) non omogenei.

Marzo 1995:        Coautore Bollettino Sismico 1994 della rete sismica dell’Appennino Centrale per conto del Servizio Sismico Nazionale.

Aprile 1995:         Progettazione e realizzazione di un array bidimensionale per misure di campagna da 64 canali (16 bit) con apertura massima di oltre 400 metri.

Maggio 1995:      Campagna di misure di microtremore sismico nell’alta Valle dell’Aterno con l’utilizzo di tre stazioni sismiche digitali a tre componenti (con sensori da 1 Hz) per lo studio di effetti di sito.

Giugno 1995:      Partecipazione alla prima campagna di misure GPS della nuova rete aquilana del Servizio Sismico Nazionale (13 caposaldi) in collaborazione con il Servizio Geologico Nazionale, il Dipartimento di Fisica di L’Aquila e l’Osservatorio Vesuviano con 13 ricevitori GPS.

Agosto 1995:       Partecipazione alla prima campagna di misura della quota del Corno Grande del massiccio del Gran Sasso con l’uso di ricevitori GPS.

Gennaio 1996:    Progettazione e realizzazione di un array bidimensionale da 64 canali a 21 bit (con sensori da 1 Hz) e 12 canali (con sensori broadband da 60 secondi) da installare all’interno dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (apertura massima oltre 500 metri).

Marzo 1996:        Coautore Bollettino Sismico 1995 della rete sismica dell’Appennino Centrale per conto del Servizio Sismico Nazionale.

Giugno 1996:      Partecipazione all’esperimento TomoVes ’96 (20 Giugno – 2 Luglio) di tomografia sismica attiva 3-D (14 land-shots e sea-shots) con l’utilizzo di due array (Dipartimenti di Fisica di L’Aquila e di Salerno) per un totale di 80 canali (con sensori a 4.5 Hz), posizionati sulle pendici meridionali del Mt. Vesuvio.

Settembre 1996:   Seconda campagna di misure GPS nell’area del massiccio del Gran Sasso con 7 ricevitori Wild System 200 (Leica) su 20 caposaldi (periodo: 15-22 Settembre).

Gennaio 1997:    Installazione temporanea (oltre un anno in trigger) di due stazioni sismiche Mars-88 con sensori ad 1 Hz nel centro storico della citta di L’Aquila per lo studio della risposta sismica da registrazioni di terremoti locali e regionali.

Febbraio 1997:    Partecipazione all’esperimento MareVes ’97 (periodo: 17-20 Febbraio) di tomografia sismica attiva 3-D (sea-shots) con l’utilizzo di un array da 64 canali con sensori da 4.5 Hz (Dipartimento di Fisica di L’Aquila) posizionato nei contrafforti calcarei orientali dell’area vesuviana (nei pressi di Nola) e 4 stazioni sismiche digitali a 3 canali con sensori da 1 Hz (Servizio Sismico Nazionale) posizionate nell’area dei Campi Flegrei.

Aprile 1997:         Esecuzione misure GPS della nuova rete geodetica nell’area flegrea-vesuviana ed isole napoletane (periodo: 10-19 Aprile) su 35 caposaldi (+2 dell’IGM) con l’utilizzo di 13 ricevitori Wild della Leica (System 200 e 300).

Maggio 1997:      Coautore Bollettino Sismico 1996 della rete sismica dell’Appennino Centrale per conto del Servizio Sismico Nazionale.

Settembre 1997:   Campagna di misure nell’isola di Stromboli tramite l’installazione di una rete temporanea di 21 broadband a tre componenti (Guralp CMG-40T) con annessa campagna GPS per la localizzazione dei siti e della determinazione del Nord geografico e magnetico, nel periodo Settembre–Ottobre 1997 in collaborazione con il Dipartimento di Fisica (L’Aquila), l’U. S. Geological Survay (Menlo Park – California), il Servizio Sismico Nazionale (Roma), l’Osservatorio Vesuviano (Napoli), l’Istituto di Ricerca sul Rischio Sismico (Milano), il Dipartimento di Fisica (Salerno) e il Dipartimento di Scienze della Terra (Genova).

Settembre 1997:   Lavori ‘straordinari’ sulla rete sismica per seguire la sequenza Umbria-Marche del 26 Settembre. In aggiunta alle stazioni a corto periodo operanti nell’Appennino Centrale furono installate 2 Mars88-OD, equipaggiate con broadband a tre componenti (Guralp CMG-40T), in registrazione continua a Leonessa (RI) dal 28 Settembre al 26 Ottobre e Campotosto (AQ) dal 30 Settembre al 27 Ottobre.

Gennaio 1998:    Partecipazione al gruppo di lavoro, all’interno del Servizio Sismico (ufficio Sistemi di Monitoraggio), per la progettazione, la realizzazione, la gestione e la successiva analisi dei dati della nuova Rete Accelerometrica Nazionale digitale (RAN).

Marzo 1998:        Caratterizzazione del rumore sismico (campionamento in continua a 500 Hz per canale con sensori ad 1 Hz) utilizzando 2 stazioni Mars88-FD sia nella zona dell’interferomento che in tutta l’area dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso.

 

Aprile 1998:         Misure GPS di precisione per la localizzazione di punti gravimetrici (oltre 50) nel Comune di L’Aquila nell’ambito dello studio di microzonazione della città.

Aprile 1998:         Installato un registratore (Teledyne) a carta termica con un sensore 1 Hz in continua all’intereno del Museo di Scienze Naturali ed Umanistiche presso il Convento di San Giuliano (L’Aquila).

 

Maggio 1998:      Campagna preliminare di misure GPS sul transetto IGM dell’Appennino Centrale per la valutazione delle deformazioni post-sismiche (Umbria-Marche ’97) in collaborazione con il Servizio Geologico Nazionale.

 

Giugno 1998:      Esecuzione misure GPS della rete geodetica nell’area flegrea-vesuviana ed isole napoletane (periodo 16-24 Giugno) su 35 caposaldi (+2 dell’IGM) con l’utilizzo di 13 ricevitori Wild della Leica (System 200 e 300).

Luglio 1998:        Coautore Bollettino Sismico 1997 della rete sismica dell’Appennino Centrale per conto del Servizio Sismico Nazionale.

Settembre 1998:   Partecipazione alla seconda campagna di misure GPS della nuova rete aquilana del Servizio Sismico Nazionale (13 caposaldi) in collaborazione con il Servizio Geologico Nazionale e l’Istituto Nazionale di Geofisica con 10 ricevitori GPS.

 

Ottobre 1998:      Installata in continua una MarsLite con sensore a 5 sec per studi di correlazione con segnali magnetici presso l’Osservatorio Geomagnetico di Preturo (L’Aquila) in collaborazione con il gruppo di geomagnetismo del Dipartimento di Fisica di L’Aquila.

 

Novembre 1998:  Installazione di una doppia terna, una da pozzo (circa 100 m di profondità) e una di superficie (sensori da 4.5 Hz), nel sito di Bosco Trecase (Napoli) dove è stato installato il dilatometro di S. Sacks (Progetto CEE).

 

Febbraio 1999:    Attività di collaborazione con la Biblioteca del Dipartimento per i Servizi Tecnici dello Stato per la realizzazione della versione finale del Thesaurus Italiano di Scienze della Terra (R. Potenza Ed.) nell’ambito dei termini tecnici geofisici e di analisi matematica.

 

Marzo 1999:        Partecipazione nella realizzazione della sezione sul monitoraggio sismico nell’ambito della Mostra dal titolo: “Quando la Terra trema …” presso la sede del Dipartimento per i Servizi Tecnici Nazionali durante la Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica (Roma, 22-28 Marzo 1999).

Aprile 1999:         Prove di misure GPS in continua (48 ore) nel sito GSO2 di una stazione sismica presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso per la valutazione di una successiva installazione di una stazione GPS in continua facente parte della rete nazionale dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

Aprile 1999:         Installazione di una stazione sismica in trigger (MarsLite con sensore a 5s) nelle vicinanze del Comune di Lugnano in Teverina (Terni) per circa due mesi per il monitoraggio sismico di eventi molto superficiali avvertiti dalla popolazione locale.

Giugno 1999:      Campagna di misure GPS sul transetto IGM dell’Appennino Centrale per la valutazione delle deformazioni post-sismiche (Umbria-Marche ’97) in collaborazione con il Servizio Geologico Nazionale.

Agosto 1999:       Partecipazione ad un corso sulla sorgente sismica organizzato presso la sede del Servizio Sismico Nazionale e tenuto dal Dr. Bernard Chouet del Servizio Geologico degli Stati Uniti (USGS – Menlo Park – California)

 

Settembre 1999:   Esecuzione misure GPS della rete geodetica nell’area campana e vesuviana (periodo 27 Settembre – 3 Ottobre) su 45 caposaldi (+4 dell’IGM) con l’utilizzo di 15 ricevitori Wild della Leica e Trimble.

 

Ottobre 1999:      Coautore Bollettino Sismico 1998 della rete sismica dell’Appennino Centrale.

Novembre 1999:  Progettazione di una rete sismica temporanea nell’alta Val d’Agri costituita da 7 stazioni da installare nella primavera del 2000.

Dicembre 1999:   Installazione di una stazione sismica in trigger (MarsLite con sensore a 5s) nelle vicinanze del Comune di Norcia (Castelluccio di Norcia) per circa tre mesi per il monitoraggio sismico di aftershock dell’evento del 29 Novembre (Md = 3.8).

Dicembre 1999:   Esecuzione di misure di rumore di fondo (oltre 24 ore in continua) con 5 stazioni sismiche MarsLite con sensori a 5 s nel centro storico della citta di L’Aquila e zone limitrofe per lo studio della risposta sismica locale.

Aprile 2000:         Progettazione e realizzazione di una rete sismica temporanea (7 siti) ed una postazione accelerometrica nell’area di Norcia. L’acquisizione dei dati è stata mantenuta per poco meno di tre mesi.

Maggio 2000:      Inizio realizzazione di una rete sismica temporanea nella Val d’Agri (provincie di Potenza e Salerno). Installate le prime 4 stazioni ed una postazione accelerometrica. Nel Giugno del 2000 sono state installate altre 3 stazioni.

 

Novembre 2000:  Installazione di una stazione sismica in trigger (MarsLite con sensore a 5s) nel Comune di Posta Fibreno (Frosinone) per il monitoraggio sismico di eventi molto superficiali avvertiti dalla popolazione locale (in collaborazione con il Servizio Geologico Nazionale).

 

Marzo 2001:        Membro Commissione relativa alla Convenzione rep. N. 155-34S4PL00 per l’esecuzione delle attività inerenti a “Identificazione sistema faglie Alta Val d’Agri – Basilicata”

 

Ottobre 2001:      Installazione di una stazione sismica in trigger (Mars88-FD con sensore a 1 Hz) nella frazione di Ripa del Comune di Fagnano (L’Aquila), nell’alta valle subequana, per il monitoraggio sismico di eventi molto superficiali avvertiti dalla popolazione locale (in collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile della Regione Abruzzo).

Febbraio 2002:    Gestione diretta della rete di monitoraggio sismico dell’Appennino centrale abruzzese. Ad inizio del 2002 le stazioni in efficienza erano solo 3 su 7 stazioni presenti (convenzione non rinnovata con il dipartimento di Fisica di L’Aquila). In due mesi la rete presenta tali caratteristiche: 17 stazioni Mars88-FD con Mark L4C-3D (1 Hz) e 4 stazioni (di cui 3 con Mars88-OD) con Guralp CMG-40T (60 sec).

Febbraio 2004:    In comando presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) – Centro Nazionale Terremoti (CNT). Responsabile della nuova rete regionale di monitoraggio sismico d’Abruzzo del Centro Nazionale Terremoti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia all’interno del progetto ERMES presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Novembre 2007:  Attualmente la rete di monitoraggio sismico regionale è costituita da 18 stazioni dial-up (installate e funzionanti in meno di 18 mesi); prosegue l’attività di miglioramento della rete sismica nazionale nell’area appennino centrale lazio-abruzzese; dal giugno 2002 ad oggi l’INGV passa da 1 stazione digitale, 2 analogiche e 1 MedNet a 12 stazioni digitali (+5 da attivare entro un paio di anni), 2 MedNet e 4 analogiche.

COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI

United States Geological Survey – Menlo Park, California – USA

                            B. Chouet

                            P. Dawson

                            B. Tilling

 

United States Geological Survey Golden (Colorado) – USA

                            H. Benz

Department of Terrestrial Magnetism, Carnegie Institute of Washington D.C. USA

                            A. Linde

                            S. Sacks

 

Laboratoire de Geologie – Ecole Normale Superieure de Paris (Francia)

                            R. Madariaga

Geoscience Azur – Nizza (Francia)

                            J. Virieux

Geoforschungzentrum (GFZ) – Potsdam (Germania)

                            J. Zschau

                            W. Welle

                            E. Erkul

Institut Andaluz de Geofisica (IAG) – Spagna

                            G. Alguacil

                            M. Abril

Centro de Geociencias – Mexico

J. M. Gomez Gonzales

Universität Würzburg – Institut für Geologie – Germania

Jens Wiegand

C. F. Gerhardts

Hellenic Center for Marine Research (HCMR) Institute of Ocenography – Grecia

Tsabaris Christos

Geological Survey of Israel, Jerusalem – Israele

 G. Steinitz

Soreq Nuclear Research Center, Yavne – Israele

N. Gazit-Yaari

G. Haquin

PUBBLICAZIONE LIBRI

[01]   Chouet B., Dawson P., De Luca G., Martini M., Milana G., Saccorotti G. and Scarpa R. (GNV Ed.) (1997). Array Analysis of Seismic Wavefields Radiated by Eruptive Activity at Stromboli Volcano, Italy. pp. 158.

[2]     De Luca G., Scarpa R., Abril M. and Cirella A. (1999): Seismic array. In The Gran Sasso Laboratori 1979-1999 – A Vision Becomes Reality of Alessandro Bettini to celebrate the 20th anniversary of the project by Antonino Zichichi; 281-285.

PUBBLICAZIONI  SU  RIVISTE  INTERNAZIONALI(agg.al 2002)

[01]   Dietel C., Chouet B., Kleinman J., De Luca G., Martini M., Milana G., Power J., Harlow D. and Scarpa R. (1994). Array Tracking of Tremor Sources at Stromboli Volcano, Italy. USGS Open-File Report 94-142, 1-86.

[02]   Bagnaia R., Blumetti A. M., De Luca G., Gorini A., Marcucci S., Marsan P., Milana G., Salvucci R. e Zambonelli E. (1996). Morfotettonica dei rilievi a nord della conca aquilana. Il Quaternario (Italian Journal of Quaternary Sciences) 9 (1), 287-292.

[03]   De Luca G., Scarpa R., Del Pezzo E. and Simini M. (1997). Shallow structure of Mt. Vesuvius volcano, Italy, from seismic array analysis. Geophysical Research Letters 24 (4), 481-484.

[04]   De Luca G., Filippi L., Caccamo D., Neri G. and Scarpa R. (1997). Crustal structure and seismicity of southern Tyrrhenian basin. Physics of the Earth and Planetary Interiors 103, 117-133.

[05]   De Luca G., Filippi L., Patanè G., Scarpa R. and Vinciguerra S. (1997). Three-dimensional velocity structure and seismicity of Mt. Etna volcano, Italy. Journal of Volcanology and Geothermal Research 79, 123-138.

[06]   Chouet B., Saccorotti G., Martini M., Dawson P., De Luca G., Milana G., and Scarpa R. (1997). Source and path effects in the wavefields of tremor and explosions at Stromboli Volcano, Italy. Journal of Geophysical Research 102, 15129-15150.

[07]   Amoruso A., Crescentini L., De Luca G., Scarpa R., Abril M. and Cirella A. (1997). Underground earth strain and seismic radiation measurements with a laser interferometer and a dense small-aperture seismic array. Annali di Geofisica XL (5), 995-1005.

[08]   Pingue F., Troise C., De Luca G., Grassi V. and Scarpa R. (1998). Geodetic monitoring of Mt. Vesuvius Volcano, Italy, based on EDM and GPS surveys. Journal of Volcanology and Geothermal Research 82, 151-160.

[09]   Capuano P., De Luca G., Di Sena F., Gasparini P. and Scarpa R. (1998). The density of the rock covering Gran Sasso Laboratories in Central Apennines, Italy by underground gravity measurements. Journal of Applied Geophysics 39, 25-33.

[10]   De Luca G., Del Pezzo E., Di Luccio F., Margheriti L., Milana G. and Scarpa R. (1998). Site response study in Abruzzo (Central Italy): underground array versus surface stations. Journal of Seismology 2, 223-236.

[11]   Gasparini P. and TomoVes Working Group (1998). Looking Inside Mt. Vesuvius. Eos, Transactions, American Geophysical Union 79, 229-230, 232.

[12]   Villaseñor A., Benz H. M., De Luca G., Filippi L., Patanè G., Scarpa R. and Vinciguerra S. (1998). Three-dimensional P-wave velocity structure of Mt. Etna, Italy. Geophysical Research Letters 25, 1975-1978.

[13]   Chouet B., De Luca G., Milana G., Dawson P., Martini M. and Scarpa R. (1998). Shallow velocity structure of Stromboli Volcano, Italy, derived from small-aperture array measurements of strombolian tremor. Bulletin of the Seismological Society of America 88, 653-666.

[14]   Chouet B., Dawson P., De Luca G., Martini M., Milana G., Saccorotti G., and Scarpa R. (1998). Array analyses of seismic sources at Stromboli. Acta Vulcanologica 10 (2), 367-382.

[15]   Chouet B., Saccorotti G., Dawson P., Martini M., Scarpa R., De Luca G., Milana G. and Cattaneo M. (1999). Broadband measurements of the sources of explosions at Stromboli Volcano, Italy. Geophysical Research Letters 26, 1937-1940.

[16]   Barberi G., Caccamo D., De Luca G., Neri G. and Scarpa R. (1999). Seismic response to stress-strain fields in the lithosphere of Sicily. Annali di Geofisica XLII (5), 789-800.

[17]   De Luca G., Scarpa R., Filippi L., Gorini A., Marcucci S., Marsan P., Milana G. and Zambonelli E. (2000). A detailed analysis of two seismic sequences in Abruzzo, Central Apennines, Italy. Journal of Seismology 4, 1-21.

[18]   Pingue F., Berrino G., Capuano P., Obrizzo F., De Natale G., Esposito T., Serio C., Tammaro U., De Luca G., Scarpa R., Troise C. and Corrado G. (2000). Ground deformation and gravimetric monitoring at Somma-Vesuvius and in the Campanian Volcanic Area (Italy). Physics and Chemistry of the Earth 25, N° 9-11, 747-754.

[19]   Cattaneo M., Augliera P., De Luca G., Gorini A., Govoni A., Marcucci S., Michelini A., Monachesi G., Spallarossa D., Trojani L. and XGUMS (2000). The 1997 Umbria-Marche (Italy) earthquake sequence: analysis of the data recorded by local and temporary networks. Journal of Seismology 4, 401-414.

[20]   La Rocca M., Del Pezzo E., Simini M., Scarpa R. and De Luca G. (2001). Array analysis of seismograms from explosive sources: evidence for surface waves scattered at the main topographical features. Bulletin of the Seismological Society of America 91, 219-231.

[21]   Chouet B., Dawson P., Ohminato T., Martini M., Saccorotti G., Giudicepietro F., De Luca G., Milana G., and Scarpa R. (2003). Source mechanism of explosions at Stromboli Volcano, Italy, determinated from moment-tensor inversions of very-long-period data. Journal of Geophysical Research 108, 2331, doi:10.1029/2003JB002535.

[22]   De Luca G., Marcucci S., Milana G. and Sanò T. (2005). Evidence of low frequency amplification in the city of L’Aquila, Central Italy, through a multidisciplinary approach including strong- and weak- motion data, ambient noise, and numerical modeling. Bulletin of the Seismological Society of America 95, 1469-1481.

[23]   Giustini M., Miccoli F. P., Cicolani B. and De Luca G. (2007). Length-weight relationships and biomass evaluation of some aquatic insects (plecoptera and ephemeroptera) in a carbonate stream in Central Apennines (Italy). Freshwater Biology (submitted).

PUBBLICAZIONI  SU  ATTI,  PROCEEDINGS,  REPORTS (agg. al  2002)

[01]   Candela A., Ciuca L., De Cataldo G., De Luca G., Luizi R., Osteria B., Pellizzoni G., Perchiazzi M., Sacchetti A. and Sciubba A. (1992). The Synchronization of MicroVAXes in MACRO. Internal Memo 13/92 (30 Aprile 1992).

[02]   Cirella A., De Luca G. and Scarpa R. (1994). Results of the geophysical experiments performed in the Gran Sasso Region. L.N.G.S. – ANNUAL REPORT 1993  94/98 (May 1994), 176-189.

[03]   Alonzo M. L., Caccamo D., De Luca G., Neri R. e Scarpa R. (1994). Struttura crostale e sismicità del basso Tirreno. Atti del 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 24-26 Novembre 1993, Vol. I, 253-261.

[04]   Bongiovanni G., Capuano P., De Luca G., Marsan P. e Scarpa R. (1994). Sismicità dell’Abruzzo centrale mediante una rete sismica digitale. Atti del 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 24-26 Novembre 1993, Vol. I, 509-514.

[05]   Scarpa R., Cirella A. and De Luca G. (1994). Borehole and underground geophysical experiment in central Apennines, Italy. Proc. Workshop “Monitoring and research for mitigating seismic and volcanic risk” – Reykjavik (Islanda) 20-22 Ottobre 1994 – EUR 16696 EN, Brussels, 87-98.

[06]   Scarpa R., Bongiovanni G., Cirella A., De Luca G., Marsan P., Martini M., Milana G. e Pingue F. (1995). Monitoraggio geofisico del Gran Sasso. Report per il Consorzio di Ricerca del Gran Sasso.

[07]   De Luca G., Margheriti L., Milana G., Ulaga G. e Zambonelli E. (1995). Studio dell’amplificazione locale attraverso la tecnica dei rapporti spettrali. Un confronto tra eventi sismici e microrumore registrati nella Piana Reatina. Atti del Convegno “TERREMOTI IN ITALIA” Previsione e prevenzione dei danni Accademia Nazionale dei Lincei – Roma 1-2 Dicembre 1994, 181-185.

[08]   Chouet B., De Luca G., Martini M., Milana G. e Scarpa R. (1995). Determinazione delle velocità di propagazione delle onde sismiche a Stromboli. Atti del 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 28-30 Novembre 1994, Vol. II, 1025-1028.

[09]   Di Luccio F., Bongiovanni G., De Luca G., Del Pezzo E., Margheriti L., Marsan P. e Scarpa R. (1995). Studio sulla sorgente, sulla propagazione e sulla risposta di sito attraverso l’array lineare del Gran Sasso. Atti del 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 28-30 Novembre 1994, Vol. II, 1029-1040.

[10]   Margheriti L., Bongiovanni G., Cirella A., De Luca G., Del Pezzo E., Di Luccio F., Marsan P. e Scarpa R. (1995). La rete sismica digitale abruzzese: studio della risposta di sito. Atti del 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 28-30 Novembre 1994, Vol. II, 1049-1060.

[11]   Scarpa R., Bongiovanni G., Cirella A., De Luca G., Marsan P., Martini M., Milana G. and Pingue F. (1995). Geophysical Monitoring of the Gran Sasso Massif. L.N.G.S. – ANNUAL REPORT 1994  95/07 (March 1995), 151-160.

[12]   Cirella A., De Luca G. and Scarpa R. (1995). Main results of the geophysical experiments performed in the Gran Sasso test site. Report for the CEE (contract n° EPOC-CT91-0043) on earthquake prediction studies in central Italy and Greece.

[13]   Bongiovanni G., De Luca G., Filippi L., Gorelli V., Gorini A., Marcucci S., Marsan P., Milana G., Scarpa R. e Zambonelli E. (1996). La rete microsismica abruzzese: attività registrata dal 1992 e prospettive di ampliamento. Atti del 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 23-25 Ottobre 1995, Vol. I, 171-174.

[14]   Bianconi R., Bonci L., Bonini C., Capone G., De Luca G., Eulilli V., Filippi L., Gerard R., Mattone M., Marsan P., Milana G., Palma F., Pascolini M. e Zambonelli E. (1996). Prima misura della quota del gran Sasso con tecnologia GPS. Atti del 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 23-25 Ottobre 1995, Vol. I, 295-298.

[15]   De Lauretis M., De Luca G., Scarpa R. and Villante U. (1996). ULF geomagnetic field measurements during local seismic events. Atti del 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 23-25 Ottobre 1995, Vol. II, 817-828.

[16]   De Luca G., Del Pezzo E., Martini M. e Scarpa R. (1996). Analisi di correlazione mediante un denso array sismico sul Vesuvio. Atti del 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 23-25 Ottobre 1995, Vol. II, 947-954.

[17]   Scarpa R., Cirella A., De Lauretis M., De Luca G. and Scarpa R. (1997). Report for the CEE (contract n° EV5V-CT94-0449) on “Broad-band Magnetotellurics”.

[18]   Cirella A., De Luca G., Filippi L., Scarpa R., Zambonelli E., Gorini A., Marcucci S., Marsan P. e Milana G. (1997). Analisi di dettaglio di sequenze sismiche recenti nell’area aquilana. Atti del 15° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 11-13 Novembre 1996, 419-425.

[19]   Pingue F., Troise C., De Luca G., De Natale G., Capuano P., Scarpa R. e Corrado G. (1997). Rete GPS per il controllo dell’area vulcanica napoletana. Atti del 15° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 11-13 Novembre 1996, 201-206.

[20]   Abril M., Cirella A., De Luca G. and Scarpa R. (1998). Underground Seismic Array. L.N.G.S. – ANNUAL REPORT 1997, 189-200.

[21]   Scarpa R., Amoruso A., Castellano M., Cirella A., Crescentini L., Del Pezzo E., De Luca G., Di Vito M., Pingue F., Linde A., Martini M., Saccorotti G., Sacks S. and Troise C., (1998). Borehole Strainmeters for continuos monitoring of volcanoes: results from an experiment on Vesuvius volcano, Italy. Report for the CEE (contract n° ENV-CT96-0251MEAS-TEK VOLC).

[22]   Alessandrini B., Bianconi R., Capone G., De Luca G., de Nardis R., Filippi L., Gorelli V., Gorini A., Marcucci S., Marsan P., Milana G., Palma F., e Pascolini M. (2000). La Rete Accelerometrica Nazionale (RAN): Nuovi Sviluppi. Atti del 18° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida – Roma 9-11 Novembre 1999, in pubblicazione su CD-ROM.

[23]   S.S.N. – Monitoring System Group (2002) – The Strong Motion Records of Umbria-Marche Sequence, (September 1997 – June 1998), pubblicato su CD-ROM.

[24]   De Luca G., de Natale G., Benz H., Troise C. and Capuano P. (2002). Campi Flegrei structure from earthquake tomography. EGS 27th General Assembly, Geophysical Research Abstracts, 4, 2002. EGS 02-A-04452.

[25]   Chouet B., Dawson P., Ohminato T., Saccorotti G., Martini M., De Luca G., Milana G., Scarpa R. (2002). Source mechanisms of strombolian explosions determined from moment-tensor inversions of very-long-period seismic data: implications for gas-transport dynamics under Stromboli. Proc. Workshoop – Short course on Volcanic Systems Geochemical and Geophysical Monitoring “Melt Inclusions: metods, applications and problems” B. De Vivo, R. J. Bodnar (Eds): 39-41. Vico Equense (Italy) Septembre 26-30, 2002.

PRESENTAZIONE LAVORI A CONVEGNI(agg.al 2002)

[01]   Coautore poster al 10° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Roma 8-10 Giugno 1993) dal titolo: Array analysis of seismic source on Stromboli di Chouet B., De Franco R., De Luca G., Marsan P., Martini M., Milana G. and Scarpa R.

[02]   Presentazione lavoro orale al 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 24-26 Novembre 1993) dal titolo: Struttura crostale e sismicità del basso Tirreno di Alonzo M. L., Caccamo D., De Luca G., Neri R. e Scarpa R.

[03]   Presentazione lavoro orale al 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 24-26 Novembre 1993) dal titolo: Sismicità dell’Abruzzo centrale mediante una rete sismica digitale di Bongiovanni G., Capuano P., De Luca G., Marsan P. e Scarpa R.

[04]   Coautore poster all’89° Annual Meeting della Seismological Society of America (Pasadena (California) 5-7 April 1994) dal titolo: Constraints on the sources of tremor and explosions at Stromboli volcano, Italy, from near-field observations and small-aperture array measurements of their elastic wavefields di Chouet B., Dawson P., Martini M., Milana G., De Luca G. and Scarpa R.

[05]   Coautore lavoro alla XIX General Assembly della European Geophysical Society (Grenoble (France) 25-29 April 1994) dal titolo: Wavefield composition and source properties of volcanic signals at Stromboli, Italy di Chouet B., Martini M., Milana G., De Luca G. and Scarpa R.

[06]   Coautore lavoro all’International Volcanological Congress IAVCEI (Ankara (Turkey) 12-16 September 1994) dal titolo: Wavefield composition and source properties of volcanic signals at Stromboli, Italy di Chouet B., Dawson P., Martini M., Milana G., De Luca G. and Scarpa R.

[07]   Coautore lavoro al Workshop “Monitoring and research for mitigating seismic and volcanic risk” (Reykjavik – Islanda – 20-22 Ottobre 1994) dal titolo: Borehole and underground geophysical experiment in central Apennines, Italy di Scarpa R., Cirella A. and De Luca G.

[08]   Coautore lavoro al 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 28-30 Novembre 1994) dal titolo: Determinazione delle velocità di propagazione delle onde sismiche a Stromboli attraverso l’utilizzo di array densi di Chouet B., De Luca G., Martini M., Milana G. e Scarpa R.

[09]   Coautore lavoro al 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 28-30 Novembre 1994) dal titolo: Studio sulla sorgente, sulla propagazione e sulla risposta di sito attraverso l’array lineare del Gran Sasso di Di Luccio F., Bongiovanni G., De Luca G., Del Pezzo E., Margheriti L., Marsan P. e Scarpa R.

[10]   Presentazione lavoro orale al 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 28-30 Novembre 1994) dal titolo: Prime misure GPS per la sorveglianza del complesso vulcanico del Vesuvio di Pingue F., De Luca G., Grassi V., Cirella A., Esposito T. e Scarpa R.

[11]   Coautore lavoro al 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 28-30 Novembre 1994) dal titolo: Determinazione di densità attraverso misure gravimetriche sotterranee al Massiccio del Gran Sasso di Capuano P., De Luca G., Di Sena F., Gasparini P. e Scarpa R.

[12]   Coautore lavoro al 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 28-30 Novembre 1994) dal titolo: La rete sismica digitale abruzzese: studio della risposta di sito di Margheriti L., Bongiovanni G., Cirella A., De Luca G., Del Pezzo E., Di Luccio F., Marsan P. e Scarpa R.

[13]   Coautore poster al Convegno TERREMOTI IN ITALIA – Previsione e prevenzione dei danni – presso l’Accademia Nazionale dei Lincei (Roma 1-2 Dicembre 1994) dal titolo: Studio dell’amplificazione locale attraverso la tecnica dei rapporti spettrali. Un confronto tra eventi sismici e microrumore registrati nella Piana Reatina di De Luca G., Margheriti L., Milana G. e Zambonelli E.

[14]   Coautore poster all’11° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Roma 19-21 Dicembre 1994) dal titolo: Seismic tomography of Mt. Vesuvius: Report on the seismic arrays deployed along the summit crater di De Luca G., Del Pezzo E., Margheriti L., Martini M. and Scarpa. R.

[15]   Coautore poster all’11° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Roma 19-21 Dicembre 1994) dal titolo: Constraints on the sources of tremor and explosions at Stromboli volcano, Italy, from near-field observations and small-aperture array measurements of their elastic wavefields di Chouet B., Dawson P., Martini M., Milana G., De Luca G. and Scarpa R.

[16]   Coautore lavoro alla XXI General Assembly of International Union of Geodesy and Geophysics (IUGG), Boulder (Colorado) 2-14 July 1995 dal titolo: Array measurements of explosions and tremor at Stromboli volcano, Italy di Chouet B., Dawson P., Saccorotti G., Martini M., Milana G., De Luca G. and Scarpa R.

[17]   Coautore poster alla XXI General Assembly of International Union of Geodesy and Geophysics (IUGG), Boulder (Colorado) 2-14 July 1995, dal titolo: Shallow seismic velocity structure of Stromboli volcano, Italy, derived from small-aperture array measurements di Chouet B., Dawson P., Martini M., Milana G., De Luca G. and Scarpa R.

[18]   Coautore poster alla XXI General Assembly of International Union of Geodesy and Geophysics (IUGG), Boulder (Colorado) 2-14 July 1995, dal titolo: Summary of results from frequency-slowness analyses of volcanic signals at Stromboli volcano, Italy di Saccorotti G., Chouet B., Dawson P., Martini M., Milana G., De Luca G. and Scarpa R.

[19]   Coautore lavoro all’International Workshop on “Magnetic, Electric and Electromagnetic Methods in Seismology and Volcanology” (Positano 20-22 September 1995) dal titolo: magnetic signatures of local seismic events di De Lauretis M., De Luca G., Scarpa R. and Villante U.

[20]   Coautore poster all’International Workshop on “Magnetic, Electric and Electromagnetic Methods in Seismology and Volcanology” (Positano 20-22 September 1995) dal titolo: Geomagnetic field measurements during local seismic events di De Lauretis M., De Luca G. and Scarpa R.

[21]   Presentazione lavoro orale al 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 23-25 Ottobre 1995) dal titolo: Analisi di correlazione mediante un denso array sismico sul Vesuvio di De Luca G., Del Pezzo E., Martini M. e Scarpa R.

[22]   Coautore lavoro al 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 23-25 Ottobre 1995) dal titolo: La rete microsismica abruzzese: attività registrata dal 1992 e prospettive di ampliamento di Bongiovanni G., De Luca G., Filippi L., Gorelli V., Gorini A., Marcucci S., Marsan P., Milana G., Scarpa R. e Zambonelli E.

[23]   Coautore lavoro al 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 23-25 Ottobre 1995) dal titolo: Prima misura della quota del gran Sasso con tecnologia GPS di Bianconi R., Bonci L., Bonini C., Capone G., De Luca G., Eulilli V., Filippi L., Gerard R., Mattone M., Marsan P., Milana G., Palma F., Pascolini M. e Zambonelli E.

[24]   Coautore lavoro al 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 23-25 Ottobre 1995) dal titolo: ULF geomagnetic field measurements during local seismic events di De Lauretis M., De Luca G., Scarpa R. and Villante U.

[25]   Presentazione orale, su invito, nella Giornata di Studi “La sismicità dell’Abruzzo ed il monitoraggio geofisico del Gran Sasso” (Assergi – L’Aquila – 24 Novembre 1995), dal titolo: “La Rete Sismica Digitale dell’Abruzzo Centrale”.

[26]   Coautore poster al Convegno su “Il Ruolo della Geomorfologia nella Geologia del Quaternario” (Napoli 27-29 Febbraio 1996) dal titolo: Morfotettonica dei rilievi a nord della conca aquilana di Bagnaia R., Blumetti A. M., De Luca G., Gorini A., Marcucci S., Marsan P., Milana G., Salvucci R. e Zambonelli E.

[27]   Coautore lavoro al 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Napoli 27-29 Marzo 1996) dal titolo: Segnali sismici a Stromboli di Chouet B., Dawson P., De Luca G., Martini M., Milana G. e Scarpa R.

[28]   Coautore poster al 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Napoli 27-29 Marzo 1996) dal titolo: Risultati delle misure con un’antenna sismica installata sul Vesuvio di Del Pezzo E., De Luca G., Martini M., Scarpa R. e Simini M.

[29]   Coautore poster al 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Napoli 27-29 Marzo 1996) dal titolo: Esperienza GPS sul Vesuvio nel quadro della sorveglianza delle aree vulcaniche di Pingue F., Troise C., De Luca G., Grassi V. e Scarpa R.

[30]   Coautore poster al 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Napoli 27-29 Marzo 1996) dal titolo: Struttura di velocità dello Stromboli da misure con antenne sismiche a piccola apertura di Chouet B., Dawson P., De Luca G., Martini M., Milana G. e Scarpa R.

[31]   Coautore poster al 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Napoli 27-29 Marzo 1996) dal titolo: Struttura crostale e sismicità nel Basso Tirreno di De Luca G., Alonzo M. L., Caccamo D., Neri G. e Scarpa R.

[32]   Coautore poster al 12° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Napoli 27-29 Marzo 1996) dal titolo: Struttura tridimensionale di velocità e sismicità dell’Etna di De Luca G., Filippi L., Patané G., Scarpa R. e Vinciguerra S.

[33]   Coautore lavoro all’International Workshop on “Physics of Volcanic Phenomena, Understanding Eruptions and Searching for Precursors” (Osservatorio Vesuviano – old building – Ercolano 4-8 November 1996) dal titolo: Array analysis of seismic sources at Stromboli di Chouet B., Dawson P., De Luca G., Scarpa R., Martini M., Saccorotti G. and Milana G.

[34]   Coautore lavoro all’International Workshop on “Physics of Volcanic Phenomena, Understanding Eruptions and Searching for Precursors” (Osservatorio Vesuviano – old building – Ercolano 4-8 November 1996) dal titolo: Shallow seismic velocity structure of Stromboli volcano, Italy, derived from small-aperture array measurements di Chouet B., Dawson P., De Luca G., Scarpa R., Martini M., Saccorotti G. and Milana G.

[35]   Coautore lavoro all’International Workshop on “Physics of Volcanic Phenomena, Understanding Eruptions and Searching for Precursors” (Osservatorio Vesuviano – old building – Ercolano 4-8 November 1996) dal titolo: A bayesian method to locate the source of explosions at Stromboli volcano, Italy di Chouet B., Dawson P., De Luca G., Scarpa R., Martini M., Saccorotti G. and Milana G.

[36]   Presentazione lavoro orale al 15° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 11-13 Novembre 1996) dal titolo: Studio delle sorgenti sismiche dello Stromboli con l’utilizzo di arrays densi di Chouet B., De Luca G., Dawson P., Martini M., Milana G., Saccorotti G. and Scarpa R.

[37]   Coautore lavoro al 15° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 11-13 Novembre 1996) dal titolo: Localizzazione delle sorgenti sismiche esplosive dello Stromboli di Saccorotti G., Martini M., Chouet B., Dawson P., Milana G., De Luca G. e Scarpa R.

[38]   Coautore lavoro al 15° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 11-13 Novembre 1996) dal titolo: Analisi di dettaglio di sequenze sismiche recenti nell’area aquilana di Cirella A., De Luca G., Filippi L., Scarpa R., Zambonelli E., Gorini A., Marcucci S., Marsan P. e Milana G.

[39]   Coautore lavoro al 15° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 11-13 Novembre 1996) dal titolo: Modello di velocità tridimensionale e sismicità dell’Etna di Benz H., Villaseñor A., De Luca G., Filippi L., Scarpa R., Patané G. e Vinciguerra S.

[40]   Coautore lavoro al 15° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 11-13 Novembre 1996) dal titolo: Rete GPS per il controllo dell’area vulcanica napoletana di Pingue F., Troise C., De Luca G., De Natale G., Capuano P., Scarpa R. e Corrado G.

[41]   Coautore lavoro alla IAVCEI General Assembly ’97 (Puerto Vallarta, Mexico 19-24 January) dal titolo: Location of explosive seismic sources at Stromboli volcano (Italy) di Saccorotti G., Giudicepietro F., Martini M., Chouet B., Dawson P., Milana G., De Luca G. and Scarpa R.

[42]   Coautore lavoro alla IAVCEI General Assembly ’97 (Puerto Vallarta, Mexico 19-24 January) dal titolo: Array analysis of seismic sources at Stromboli di Chouet B., Dawson P., De Luca G., Scarpa R., Martini M., Saccorotti G. and Milana G.

[43]   Coautore lavoro alla IAVCEI General Assembly ’97 (Puerto Vallarta, Mexico 19-24 January) dal titolo: Three-dimensional velocity structure and seismicity of Etna volcano, Italy di Benz H., Villaseñor A., De Luca G., Filippi L., Scarpa R., Patané G. e Vinciguerra S.

[44]   Coautore lavoro al Meeting on “Earthquake fault-plane solutions databases, derived parameters, geodynamic inferences” (Messina 4-5 February 1997) dal titolo: Detailed analysis of recent seismic sequences in central Italy di Cirella A., De Luca G., Filippi L., Gorini A., Marcucci S., Marsan P., Milana G., Scarpa R. and Zambonelli E.

[45]   Coautore poster al 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Roma 3-5 Marzo 1997) dal titolo: Tecniche di array in sismologia vulcanica di Del Pezzo E., De Luca G., La Rocca M., Sabbarese C., Scarpa R. e Simini M.

[46]   Coautore poster al 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Roma 3-5 Marzo 1997) dal titolo: Modello di velocità superficiale di Stromboli di Del Pezzo E., De Luca G., La Rocca M., Petrosino S., Sabbarese C., Scarpa R. e Simini M.

[47]   Coautore poster al 13° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Roma 3-5 Marzo 1997) dal titolo: Tomografia sismica del Vesuvio mediante antenne sismiche di Cirella A., De Luca G., Del Pezzo E., Filippi L., Martini M., Mondelli C., Scarpa R. e Simini M.

[48]   Coautore lavoro alla XXII General Assembly della European Geophysical Society (Vienna (Austria) 21-25 April 1997) dal titolo: Analysis of coda waves produced by shots recorded by a dense array at Mt. Vesuvius di Del Pezzo E., G. De Luca, La Rocca M., Scarpa R. e Simini M.

[49]   Coautore lavoro al 16° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 11-13 Novembre 1997) dal titolo: Stato delle conoscenze sulle sorgenti sismiche dello Stromboli dai dati a corto periodo di Chouet B. A., De Luca G., Saccorotti G., Martini M., Dawson P. B., Milana G., e Scarpa R.

[50]   Coautore lavoro al 16° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 11-13 Novembre 1997) dal titolo: L’esperimento sismico a larga banda “Stromboli ‘97” di Scarpa R., De Luca G., Cirella A., Filippi L., Zambonelli E., Martini M., Saccorotti G., Augusti V., Capello M., D’Errico V., Milana G., Marcucci S., Capone G., Mattone M., Chouet B. A., Dawson P. B., Dietel C., Pasta M., Cattaneo M., Bernardini P., Dal Bosco M. e Gallo G.

[51]   Coautore lavoro al 16° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 11-13 Novembre 1997) dal titolo: Analisi con tecniche di array del campo d’onda generato da esplosioni artificiali al Vesuvio di Del Pezzo E., La Rocca M., Simini M., Petrosino S., Scarpa R. e. G. De Luca.

[52]   Coautore lavoro all’American Geophysical Union 1997 Fall Meeting, December 8-12, San Francisco (CA), Supplement to Eos, Transactions, AGU 78, 46 (S21B-6, F443), dal titolo: TomoVes: A Project for Seismic Investigation of Mt. Vesuvius Volcano, Southern Italy di Zollo A., Gasparini P., Auger E., Bobbio A., Emolo A., Frattini M., Herrero A., Iannoccone G., Improta L., Simini M., Nielsen S., Aucher U., Jordan M., Chiarabba C., Ciaccio M. G., Lucente F. P., De Franco R., Biella G., Del Pezzo E., De Matteis R., La Rocca M., De Natale G., Capuano P., Godano G., Martini M., Pingue F., Troise C., Dietrich M., Coutant O., Moinet F., Guerra I., Kissling E., Marsella E., Milana G., Gorini A., Marcucci S., Zambonelli E., Mirabile M., Buonocore B., Nowac R., Scarpa R., De Luca G., Filippi L., Solarini S., Eva E., Virieux J., Bertrand E., Charvis P., Deschamps A., Deverchere J., Lomax A. and Montelli R.

[53]   Coautore lavoro alla IX Hispano-Portuguese Assembly of Geophysics (Almeria – Spagna, Febbraio 1998) dal titolo: El dispositivo (ARRAY) sismico subterraneo de alta resolucion del Gran Sasso di Abril M., Alguacil G., De Luca G. and Scarpa R.

[54]   Coautore poster al 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Catania 2-4 Marzo 1998) dal titolo: Stato delle conoscenze sulle sorgenti sismiche dello Stromboli dai dati a corto periodo di Chouet B. A., Dawson P. B., De Luca G., Martini M., Milana G., Saccorotti G. e Scarpa R.

[55]   Coautore poster al 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Catania 2-4 Marzo 1998) dal titolo: Sismologia vulcanica a larga banda l’esperimento “Stromboli ‘97” di Augusti V., Bernardini P., Capello M., Capone G., Cattaneo M., Chouet B. A., Cirella A., Dal Bosco M., Dawson P. B., De Luca G., D’Errico V., Dietel C., Filippi L., Gallo G., Marcucci S., Martini M., Mattone M., Milana G., Pasta M., Saccorotti G., Scarpa R. e Zambonelli E.

[56]   Coautore poster al 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Catania 2-4 Marzo 1998) dal titolo: Caratterizzazione dei campi d’onda elastici di tremore ed esplosioni associati all’attività stromboliana: contributi alla ricerca vulcanologica ed alla valutazione della pericolosità di Chouet B. A., Dawson P. B., De Luca G., Martini M., Milana G., Saccorotti G. e Scarpa R.

[57]   Coautore poster al 14° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Catania 2-4 Marzo 1998) dal titolo: Rilevamento dei movimenti lenti del suolo nell’area vesuviana nel periodo 1996-1997 di Pingue F., Esposito T., Serio C., Tammaro U., Troise C., De Natale G., Obrizzo F., De Luca G., Corrado G., e Scarpa R.

[58]   Presentazione orale, su invito, nell’ambito di un corso teorico-pratico sul terremoto organizzato dall’Associazione Culturale “Nuova Acropoli” (L’Aquila – 16 Marzo 1998), dal titolo: “La sismicità nazionale e dell’Appennino Centrale”.

[59]   Coautore lavoro al Workshop Stromboli 1998 organizzato dal Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Stromboli 7-9 Aprile 1998) dal titolo: Stato delle conoscenze sulle sorgenti sismiche dello Stromboli dai dati a corto periodo di Chouet B. A., Dawson P. B., De Luca G., Martini M., Milana G., Saccorotti G. e Scarpa R.

[60]   Coautore lavoro al Workshop Stromboli 1998 organizzato dal Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Stromboli 7-9 Aprile 1998) dal titolo: Sismologia vulcanica a larga banda l’esperimento “Stromboli ‘97” di Augusti V., Bernardini P., Capello M., Capone G., Cattaneo M., Chouet B. A., Cirella A., Dal Bosco M., Dawson P. B., De Luca G., D’Errico V., Dietel C., Filippi L., Gallo G., Marcucci S., Martini M., Mattone M., Milana G., Pasta M., Saccorotti G., Scarpa R. e Zambonelli E.

[61]   Coautore lavoro al Workshop Stromboli 1998 organizzato dal Gruppo Nazionale Vulcanologia (GNV) del CNR (Stromboli 7-9 Aprile 1998) dal titolo: Caratterizzazione dei campi d’onda elastici di tremore ed esplosioni associati all’attività stromboliana: contributi alla ricerca vulcanologica ed alla valutazione della pericolosità di Chouet B. A., Dawson P. B., De Luca G., Martini M., Milana G., Saccorotti G. e Scarpa R.

[62]   Coautore lavoro alla XXIII General Assembly della European Geophysical Society (Nice (France) 20-24 April 1998) dal titolo: Umbria-Marche earthquake sequence: the contribution of the Umbria, Marche and Abruzzo local seismic networks di Cattaneo M., De Luca G., Gorini A., Michelini A., Monachesi G., Ponsiani F. and XGUMS (eXperimental Group for Umbria-Marche Seismicity).

[63]   Coautore lavoro alla XXIII General Assembly della European Geophysical Society (Nice (France) 20-24 April 1998) dal titolo: Preliminary results from a broadband seismic experiment at Stromboli Volcano, Italy di Scarpa R., Martini M., Saccorotti G., De Luca G., Chouet B. A., Dawson P. B., Filippi L., Zambonelli E., Milana G., Marcucci S. and Cattaneo M.

[64]   Coautore lavoro alla XXIII General Assembly della European Geophysical Society (Nice (France) 20-24 April 1998) dal titolo: Ground deformation monitoring at Somma-Vesuvius and Campanian volcanic area (Italy) di Pingue F., Obrizzo F., Troise C., Berrino G., De Natale G., Capuano P., Esposito T., Tammaro U., De Luca G., Scarpa R., and Corrado G.

[65]   Coautore poster alla XXIII General Assembly della European Geophysical Society (Nice (France) 20-24 April 1998) dal titolo: Umbria-Marche earthquake sequence: the GNDT-UNIGE/OGS-DINMA and SSN seismic network di Cattaneo M., Michelini A., Milana G. and XGUMS (eXperimental Group for Umbria-Marche Seismicity).

[66]   Coautore poster alla XXIII General Assembly della European Geophysical Society (Nice (France) 20-24 April 1998) dal titolo: Umbria-Marche earthquake sequence: seismicity and velocity structure to the south of the town of Sellano di Cattaneo M., Michelini A., Milana G. and XGUMS (eXperimental Group for Umbria-Marche Seismicity).

[67]   Coautore poster al Cities on Volcanoes International Meeting (Rome and Naples, Italy, 28 Giugno – 4 Luglio 1998) dal titolo: Ground deformation and gravimetric monitoring at Somma-Vesuvius and Campanian Volcanic Area (Italy) di Pingue F., Berrino G., Capuano P., Obrizzo F., De Natale G., Esposito T., Serio C., Tammaro U., De Luca G., Scarpa R., Troise C. and Corrado G.

[68]   Coautore lavoro al 17° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 10-12 Novembre 1998) dal titolo: Utilizzo congiunto di reti temporanee e locali per l’analisi della sequenza Umbro-Marchigiana del 1997 di Cattaneo M., Michelini A., Milana G., Monachesi G. e XGUMS (eXperimental Group for Umbria-Marche Seismicity).

[69]   Coautore lavoro al 17° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 10-12 Novembre 1998) dal titolo: Analisi della sismicità in Abruzzo mediante una rete sismica digitale di De Luca G., Marsan P., Muscente R. e Scarpa R.

[70]   Coautore lavoro al 17° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 10-12 Novembre 1998) dal titolo: Movimenti del suolo e variazioni di gravità nell’area vulcanica campana di Pingue F., Berrino G., Capone G., Capuano P., Corrado G., Cubbelis E., De Luca G., De Natale G., Obrizzo F., Scarpa R., Tammaro U. e Troise C.

[71]   Coautore lavoro all’American Geophysical Union 1998 Fall Meeting, December 6-10, San Francisco (CA) dal titolo: Broadband Observations of Volcanic Sources at Stromboli Volcano, Italy di Chouet B. A., Saccorotti G., Dawson P. B., Martini M., De Luca G., Milana G. and Scarpa R.

[72]   Presentazione lavoro orale al Workshop: TomoVes first year term meeting (Napoli, 13-16 Maggio 1999) dal titolo: Shallow velocity model for Mt. Vesuvius Volcano (Italy) from array measurements of seismic noise di Scarpa R., De Luca G., La Rocca M., Simini M., Maresca R., Saccorotti G. and Del Pezzo E.

[73]   Coautore lavoro alla XXII General Assembly of International Union of Geodesy and Geophysics (IUGG), The University of Birmingham (UK) 18-30 July 1999 dal titolo: Broadband characteristics of the sources of explosions at Stromboli, Italy di Chouet B., Dawson P., Saccorotti G., Martini M., Scarpa R., De Luca G., and Milana G.

[74]   Coautore lavoro alla XXII General Assembly of International Union of Geodesy and Geophysics (IUGG), The University of Birmingham (UK) 18-30 July 1999 dal titolo: Borehole strainmeters and seismometers for continuous monitoring of volcanoes: results from an experiment on Vesuvius volcano, Italy di Scarpa R., Amoruso A., Cirella A., Crescentini L., De Luca G., Linde A., Sacks S. I., Castellano M., Del Pezzo E., Di Vito M., Pingue F., Martini M., Saccorotti G. and Troise C.

[75]   Coautore poster alla XXII General Assembly of International Union of Geodesy and Geophysics (IUGG), The University of Birmingham (UK) 18-30 July 1999 dal titolo: Shallow velocity model for Mt. Vesuvius volcano, Italy, from array measurements of seismic noise di Scarpa R., De Luca G., La Rocca M., Simini M., Maresca R., Saccorotti G., Del Pezzo E. and Petrosino S.

[76]   Presentazione orale, su invito, nell’ambito di un corso presso la Scuola Sottoufficiali della Guardia di Finanza (L’Aquila – 28 Ottobre 1999), dal titolo: “I terremoti e sismicità dell’Appennino Centrale”.

[77]   Coautore lavoro al 18° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 9-11 Novembre 1999) dal titolo: Progetto di valutazione della deformazione attiva in Appennino Centrale attraverso metodi geodetici: campagne GPS del 1999 e risultati preliminari di Bianconi R., Bonci L., Calcaterra S., Campi F., Capone G., Cesi C., D’Agostino N., De Luca G., Eulilli V., Filippi L., Giuliani R., Lembo P., Lucidi A., Mattone M., Palma F., Valli F. e Vullo F.

[78]   Coautore lavoro al 18° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 9-11 Novembre 1999) dal titolo: La rete accelerometrica nazionale (RAN): nuovi sviluppi dell’Ufficio Sistemi di Monitoraggio.

[79]   Coautore lavoro al 18° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 9-11 Novembre 1999) dal titolo: Modelli superficiali di velocità al Vulcano Vesuvio attraverso misure di rumore sismico con arrays a corto periodo di Del Pezzo E., De Carlo F., De Luca G., Maresca R., Petrosino S., Saccorotti G., Simini M. e Scarpa R.

[80]   Coautore poster alla XXVI General Assembly della European Geophysical Society (Nice (France) 25-30 March 2001) dal titolo: GPS monitoring of the campanian area (southern Italy) for the study of volcanic and seismogenic processes di Pingue F., Cubellis E., De Luca G., De Natale G., Esposito T., Malaspina S., Marturano A., Obrizzo F., Serio C., Tammaro U. and Troise C.

[81]   Coautore lavoro alla XXVI General Assembly della European Geophysical Society (Nice – France – 25-30 March 2001), dal titolo: Stuctural features of Campi Flegrei caldera from 3D seismic tomography di De Natale G., De Luca G., Troise C., Capuano P. and Benz H.

[82]   Coautore lavoro al 10° Convegno Nazionale ANIDIS (Associazione Nazionale Italiana Di Ingegneria Sismica) – L’ingegneria sismica in Italia (Potenza, 9-12 Settembre 2001) dal titolo: Evidenza di effetti di amplificazione sismica nella città di L’Aquila mediante un approccio multidisciplinare comprendente dati “strong motion”, “weak motion” e modellazione numerica di De Luca G., Marcucci S., Milana G. e Sanò T.

[83]   Coautore poster alla 7th International Seminar on Seismic Isolation, Passive Energy Dissipation and Active Control of Vibrations of Structures (Assisi, Italy, 2-5 October, 2001) dal titolo: Low frequency amplification effect for the city of L’Aquila (Central Italy) trough a multidisciplinary approach di De Luca G., Marcucci S., Milana G. e Sanò T.

[84]   Coautore lavoro al 20° Convegno Annuale del Gruppo Nazionale di Geofisica della Terra Solida (GNGTS) del CNR (Roma 6-8 Novembre 2001) dal titolo: Evidenza di effetti di amplificazione sismica nella città di L’Aquila mediante un approccio multidisciplinare comprendente dati “strong motion”, “weak motion”, rumore sismico e modellazione numerica di De Luca G., Marcucci S., Milana G. e Sanò T.

[85]   Coautore lavoro all’American Geophysical Union 2001 Fall Meeting, December 10-14, San Francisco (CA) dal titolo: Source mechanism of Strombolian explosions determined from Moment Tensor Inversion of Very-Long period data di Chouet B. A., Dawson P. B., Saccorotti G., Martini M., De Luca G. and Milana G.

[86]   Coautore poster alla XXVII General Assembly della European Geophysical Society (Nice (France) 21-26 April 2002) dal titolo: Campi Flegrei structure from earthquake tomography di De Luca G., De Natale G., Benz H., Troise C. and Capuano P.

[87]   Coautore poster al Workshoop – Short course on Volcanic Systems Geochemical and Geophysical Monitoring “Melt Inclusions: metods, applications and problems” – Vico Equense (Italy) Septembre, 26-30 (2002) dal titolo: Source mechanisms of strombolian explosions determined from moment-tensor inversions of very-long-period seismic data: implications for gas-transport dynamics under Stromboli di Chouet B., Dawson P., Ohminato T., Saccorotti G., Martini M., De Luca G., Milana G., Scarpa R.

[88]   Coautore lavoro al Workshop – Dieci anni dopo il terremoto dell’Umbria-Marche: stato delle conoscenze sulla sismogenesi in Italia – Camerino (Italia), 26-27 Giugno 2007 dal titolo: Il miglioramento dei dati di base per il miglioramento della sismogenesi in Italia centro orientale di Cattaneo M., , Monachesi G., Amato A.

[89]   Presentazione lavoro orale al Workshop – Dieci anni dopo il terremoto dell’Umbria-Marche: stato delle conoscenze sulla sismogenesi in Italia – Camerino (Italia), 26-27 Giugno 2007 dal titolo: Il terremoto del 26 Settembre 1997 … a L’Aquila di De Luca G.

ATTIVITA’ DIDATTICA (agg. al 2002)

Collaborazione nel lavoro di tesi di laurea in Fisica dal titolo: “Array lineare del Gran Sasso: studi sulla sorgente, sulla propagazione e sulla risposta di sito” (Candidato: Di Luccio Francesca – Relatori: Prof. E. Del Pezzo e Prof. R. Scarpa) presso l’Università degli Studi di Salerno – Anno Accademico 1992-93.

Collaborazione nel lavoro di tesi di laurea in Scienze Geologiche dal titolo: “Localizzazione di sciami sismici nella media valle dell’Aterno (L’Aquila)” (Candidati: F. Fabozzi e G. Saggese – Relatori: Prof. A. Zollo e Prof. I. Sgrosso) presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” – Anno Accademico 1992-93.

Collaborazione nel lavoro di tesi di laurea in Fisica dal titolo: “Determinazione della densità delle rocce del Gran Sasso con metodo gravimetrico” (Candidato: Di Sena Felice – Relatore: Prof. P. Gasparini) presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” – Anno Accademico 1993-94.

Collaborazione nel lavoro di tesi di laurea in Fisica dal titolo: “L’esperimento Stromboli ’97: realizzazione di una rete sismica a larga banda, analisi e modellizzazione dei dati raccolti” (Candidato: Fabrizio Tronca – Relatore: Prof. R. Scarpa) presso l’Università degli Studi de L’Aquila – Anno Accademico 1997-98.

Collaborazione nel lavoro di tesi di laurea in Fisica dal titolo: “Analisi e modelli di velocità di dati sismici provenienti da antenne a piccola apertura (applicazione all’esperimento TomoVes nell’area vesuviana” (Candidato: Francesca De Carlo – Relatore: Prof. R. Scarpa) presso l’Università degli Studi de L’Aquila – Anno Accademico 1997-98.

Collaborazione nel lavoro di tesi di laurea in Fisica dal titolo: “Analisi dettagliata di sequenze sismiche dell’Appennino Centrale” (Candidato: Rosanna Muscente – Relatore: Prof. R. Scarpa) presso l’Università degli Studi de L’Aquila – Anno Accademico 1997-98.

Collaborazione nel lavoro di tesi di laurea in Fisica dal titolo: “Caratterizzazione di segnali sismici da antenne a piccola apertura mediante filtri multidimensionali di polarizzazione e di frequenzanumero d’onda” (Candidato: Giuseppe Aliberti – Relatore: Prof. R. Scarpa) presso l’Università degli Studi de L’Aquila – Anno Accademico 1997-98.

Collaborazione a numerosissime tesine di laurea e di esame sia teoriche che sperimentali presso il Dipartimento di Fisica nell’ambito della Fisica della Terra Solida.

Cultore della materia nell’Anno Accademico 1995-1996 per i corsi di Sismologia e Complementi di Geofisica (titolare: Prof. R. Scarpa) al Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi de L’Aquila.

–>

Collaborazione nel lavoro di editing e di omogeneizzazione degli articoli facenti parte del volume edito da Scarpa R. e Tilling R. I., dal titolo: “Monitoring and mitigation of volcano hazards”, Springer-Verlag, Heidelberg, 848 pp. (1996).

                           

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...